Rassegna dei corti realizzati dagli allievi dei corsi cinema dell’Upter
Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 ottobre
Upter Palazzo Englefield
Guarda il trailer cliccando qui

Calendario della rassegna

venerdì 24 ottobre
ore 15,00 Solo elioterapia (fuori concorso) di Giovanni Corsanego - durata 20′, genere commedia
Un uomo viene trovato su una spiaggia. Non ricorda nulla, nemmeno il suo nome. inizia una nuova vita, come istruttore di yoga presso le persone che lo hanno salvato, ma un giorno, i sui vecchi complici lo rintracciano, e il passato riaffiora… Un lavoro sulla linea della vita, i suoi cambi di scenario, e le conseguenze di scelte che a volte nemmeno sappiamo di avere fato.

ore 15,30 47′s Blues (Forthyseveners Blues) di Andrea Cavallotti - durata 16′, genere drammatico
Franco, 50 anni, stanco della routine della sua vita, decide di lasciare paese e famiglia verso una nuova esistenza ed un misterioso amore… Sul treno verso l’aeroporto rivive la sua storia, rivede la moglie, immagina il suo dolore; è combattuto dalla voce della coscienza e dalla dualità del suo animo. Ormai in aeroporto ha un ripensamento; la parte ‘buona’ prevale sull’egoismo e rinuncia alla sua nuova vita per tornare a casa. Lo sguardo che si scambia con la moglie sulla porta lascia immaginare allo spettatore come, eventualmente, continueranno le loro vite.

ore 15,50 Il debito di Mario Mancuso - durata 13′, genere commedia
Franco, giocatore compulsivo, ha un debito con MrSlot e non sa come uscirne. Se la fortuna lo assiste, una vincita al Superenalotto, potrebbe risolvere i suoi guai….  

ore 16,10 Il nuovo lavoro di Tiziana Cristiano - durata 25′, genere commedia
Un giovane viene messo in mobilità dall’azienda per cui lavora e si getta nella disperata ricerca di un altro impiego, per evitare di dover tornare a casa con i genitori. Dopo una serie di fallimenti, ad un passo dal ritorno a casa, accetta un lavoro come accompagnatore per signore. Ma scoprirà che le clienti non sono tutte uguali e che un nuovo futuro è dietro l’angolo…

ore 16,40 Kiwi’ di Anna Lisa Putortì - durata 30′, genere commedia
Theodor, capostipite di una famiglia di proprietari terrieri dell’agro pontino, i Conti Brunelli, negli anni 60′ introduce con successo la coltivazione del Golden Kiwi, frutto importato dalla Nuova Zelanda. Ormai anziano e preoccupato dai conflitti familiari, Theodor scompare in mare durante un viaggio in Nuova Zelanda e viene dichiarato morto. Il testamento impone ai familiari di riunirsi ai Poderi per un intero week end al fine di testare l’ultimo frutto ibrido di  Theodor: il Kiwì. Sarà proprio quest’ultimo l’ingrediente magico a riportare armonia tra i membri della famiglia, nonché vero testamento morale di Theodor.

ore 17,20 L’interrogatorio di Pierluigi Moretti - durata 15′, genere drammatico – Roma. Un ragazzo viene fermato per spaccio di sostanze stupefacenti. Ricevuta la notizia della cattura il padre si muove in macchina per andarlo a prendere mentre il giovane è interrogato in una stanza dai due poliziotti che lo hanno catturato. Durante il viaggio il padre è preda di ansia e visioni. Alla fine riesce ad arrivare ma sia lui che il figlio capiranno che non andrà a finire come speravano.
ore 17,40 Sospiri e sospetti di Fabio Clementelli - durata 6′, genere commedia
Può il ‘gap’ generazionale ostacolare una relazione sentimentale? Sicuramente no. Sempre che una sana gelosia non sconfini nel sospetto. Le conseguenze, allora, possono diventare imprevedibili…

ore 17,50 Upter – pittura sacra e restauro di Veaceslav Ciobanu - durata 30′, genere intervista, documentario
Intervista a Loredana Rizzo ed ai suoi allievi del corso di restauro di pittura sacra

ore 18,30 Ossessione (fuori concorso) di Andrea Muscio - durata 4′, genere drammatico
Quando l’amore non è sufficiente, l‘ossessione prende il sopravvento e trasforma la realtà imperfetta di un uomo… affinché lui e la sua donna… diventino finalmente una cosa sola.
ore 19,00 proclamazione dei 3 finalisti della sezione Corti a concorso e consegna a tutti i partecipanti dell’attestato di partecipazione

sabato 25 ottobre
ore 15,00 Il distacco (fuori concorso) di Guido Botti, Gianni Pecorella - durata 15′, genere drammatico
Anna viene a sapere che le resta poco da vivere, per una terribile malattia e decide di lasciare Carlo. Non vuole che soffra per colpa sua. Una grande prova d’amore.

ore 15,20 8 mm di Pasquale D’Aiello – durata 17′, genere drammatico
Sulla scorta di fatti realmente accaduti il 21 aprile 1977 durante gli scontri tra studenti e forze dell’ordine presso l’università La Sapienza di Roma, in cui perse la vita il carabiniere Settimio Passamonti ed anche attraverso la costruzione di una storia fittizia che fa da filo conduttore, si tenta una riflessione del concetto di violenza in politica che partendo dagli anni di piombo arriva fino alle ‘guerre umanitarie’.

ore 15,40 Entanglement di Gonzalo Rodriguez - durata 26′, genere fantascienza
Paolo e Marco sono amici da quando la luce del sole non arriva più sulla terra lasciandola in una notte perpetua. Vedovi, passano le giornate in un istituto psichiatrico. Marco, fisico, dice di venire da un’altro universo e di non potervi ritornare perché la macchina che ha usato si è rotta; Paolo crede a Marco perchè, viaggiando nel tempo, spera di ritrovare la moglie in vita. Giovanni, anche lui fisico, è figlio di Paolo, ma i due non si parlano perchè il padre lo accusa della morte della moglie. Marco vuole ritornare al suo universo, ha bisogno dell’aiuto di Giovanni che, pur credendolo pazzo, accetta l’dea di creare una nuova macchina transuniverso sperando così di riprendere la relazione con il padre. Le cose si complicano quando appare Francesco, poliziotto della agenzia Fringe che ha Marco sotto sorveglianza…
ore 16,10 Il telefono di Guido Botti - durata 15′, genere drammatico
Il telefono squilla…rispondere o non rispondere può cambiare la vita. E’ quello che è successo a Luigi….

ore 16,30 La camera segreta di Enrico Raimondi - durata 30′, genere drammatico
L’assurdo irrompe nella vita quotidiana di una giovane coppia ed ha la forma di una vecchia ‘camera’ fotografica degli anni trenta. Un intreccio sulla memoria degli oggetti, la memoria umana e quella tragica della storia del 1943.
ore 17,10 Lento di cervello di Giovanni Corsanego - durata 29′, genere commedia
Il protagonista, incorreggibile tombeur de femmes, si spaccia per agente segreto per affascinare e sedurre le sue vittime. Ma un giorno, sulla sua strada, appare una donna decisa ad andare fino in fondo… colpi di scena, rovesciamenti di ruolo, cambio di prospettive, sono alcuni degli elementi di questo lavoro.
ore 17,50 Silenzio! di Federica Salvatori, Corrado Gualtieri - durata 10′, genere drammatico
Silenzio! racconta la storia di un uomo di mezza età vinto dalle contingenze della vita quotidiana. Il protagonista acquista una radiolina d’epoca da un misterioso venditore ambulante. Tornato a casa, scopre che la manopola della radio ha la proprietà di abbassare – se ruotata oltre lo zero – i suoni del mondo circostante. L’insofferenza accumulata in una vita di compromessi lo porterà ad isolarsi definitivamente alla ricerca di quel silenzio interiore. Tuttavia, la natura gli nega l’escamotage della soluzione più comoda e darà all’uomo la prima e ultima fondamentale lezione di vita…
ore 18,05 Suicide dream di Andrea Muscio - durata 5′, genere drammatico
Un uomo sogna di suicidarsi… ma è realmente un sogno?
ore 18,15 Una luce di Giovanni Pecorella - durata 20′, genere drammatico
Il tramonto e il viaggio di un uomo nel buio, una notte dell’anima fra luci lontane e fantasmi del cuore. L’aurora splende poi di nuovo, sconfigge le ombre e inonda la vita di luce.
ore 19,00 proclamazione dei 3 finalisti della sezione Corti a concorso e consegna a tutti i partecipanti dell’attestato di partecipazione

Domenica 26 ottobre
ore 15,00 proiezione dei primi 3 finalisti della sessione Corti a concorso
ore 16,30:
Tutti lo chiamano corto.., pare vero!
incontro con gli autori
ore 17,30 proiezione dei restanti 3 finalisti della sessione Corti a concorso
ore 19,00 proclamazione dei vincitori e consegna dei premi e delle menzioni speciali

inContro ilCorto
Partecipa alle proiezioni

vota il tuo corto preferito, solo così puoi assegnare il premio del pubblico!

Per maggiori informazioni 06 92 95 64 78
per vedere il verbale della giuria clicca qui

Prendi nota dei nuovi numeri di telefono: 06 92 95 64 78 – 389 91 97 407
Tante iniziative gratuite!!!
Prenotati cliccando qui

 Venerdì 3 ottobre: Imparare le lingue, un gioco da ragazzi!

ore 15,30
Spagnolo divertente – C. Montilla Salas
Incominciare a studiare lo Spagnolo divertendosi, impossibile? No se accanto agli strumenti abituali si affiancano il cinema, il karaoke, la letteratura e le filastrocche dei bambini. E, a proposito… i proverbi dove li mettiamo?
ore 16,20
Inglese da zero a 3 – L. Nobili
Vari livelli di apprendimento dell’Inglese, tutti conditi con supporti multimediali, dall’audio al video: e che vogliamo perderci le avventure in lingua madre di Sherlock Holmes?
ore 17,10
Le parole ritrovate e un po’ di filosofia aiutano a vivere meglio- C. Borghi
Correre, correre, la società moderna ci impone di correre, poi ci accorgiamo che la qualità della vita, della nostra, nonostante il benessere che ci circonda, è quanto mai povera: ci espropriano della gestione del nostro tempo! Allora… Alt! Prendiamocela con filosofia, troviamo il tempo di raccontare le nostre emozioni, le nostre storie, con calma, senza correre.
Venerdì 3 ottobre: Le nuove professioni dell’informatica e quelle rinnovate dall’informatica
ore 18,00
Contabilità digitale – D. Coccia
Far quadrare i conti, sembra facile! Certo se usiamo un programma di contabilità fra i più diffusi che a fine corso possiamo comprare a prezzo speciale, allora si che i traumi si dimezzano, se poi la partita doppia pensiamo sia un incontro a due di tennis, niente paura, l’insegnante non è poi così sportiva, ci spiegherà che…
ore 18,50
Web, fortissimamente web! – P. Longo
I siti web sono sempre di più momenti per comunicare e quindi vendere; fare un sito interattivo non è semplice, ci vogliono solide basi di conoscenza; non facciamoci mancare nulla: il linguaggio di base Htmal, i fogli di stile Css, un po’ di Sql base, l’immancabile Joomla e un pizzico di Java. Tanti ingredienti da apprezzare nei vari corsi, un solo obiettivo: realizzare e gestire un sito web coi fiocchi!
ore 19,40
Il mondo del 3D – G. Tedesco
Mi si è rotto l’ingranaggio, introvabile, del cucù della nonna, ci tenevo così tanto! Che problema c’è, lo stampi in 3D! Prepariamoci a gestire l’invasione nelle nostre case di queste stampanti, anzi facciamo un bel corso in modo da essere preparati

 Sabato 10 maggio
Visita al Museo nazionale Ferroviario di Pietrarsa (San Giorgio a Cremano)
uscita fotografica aperta a tutte/i

Locomotive

Il museo ferroviario è stato realizzato laddove sorgeva il reale opificio borbonico di Pietrarsa, struttura concepita da Ferdinando II di Borbone nel 1840 come industria siderurgica e dal 1845 come fabbrica di locomotive a vapore. Nel 1853 a Pietrarsa prestavano la loro opera circa 700 operai facendo dell’opificio il primo e più importante nucleo industriale italiano oltre mezzo secolo prima che nascesse la Fiat e 44 anni prima della Breda.
Il museo, costituito da 7 padiglioni per un’estensione complessiva di circa 36.000 metri quadrati, ospita locomotive a vapore, locomotive elettriche trifase, locomotive a corrente continua, locomotori diesel, elettromotrici, automotrici e carrozze passeggeri. Nel museo trovano spazio celebri locomotive a vapore come la gruppo 290, gruppo 835, gruppo 480, elettriche in corrente continua come la E.326, E.626, nonché locomotive elettriche trifase, gioielli della storia ferroviaria italiana. Infine, gioiello fra i gioielli, la carrozza-salone del treno dei Savoia, attualmente Treno della Presidenza della Repubblica Italiana.

Punto di ritrovo e partenza: Stazione Tiburtina ore 9,56 treno Italo per Napoli, carrozza 9
Arrivo a Pietrarsa; ore 12, visita al museo (ingresso 5,00 euro per gli over 65 compresa guida, i più giovani pagano 2 euro in più)
Pranzo: ore 14,30 pizza (e non solo) presso la pizzeria Vesuvio circa 10,00 euro
Rientro: da Napoli Treno Italo delle 19,45  carrozza 6 per essere a Roma alle 20,53
I biglietti sono stati fatti, chi vuole può aggregarsi, ma deve provvedere personalmente all’acquisto.
Per saperne di più sul museo clicca qui
Per prenotare clicca qui, per seguire l’organizzazione dell’uscita clicca qui

Partecipanti al corso
13025 - Fotografare con lo smartphone Android ins. M. Mancini – inizio giovedì 12 dicembre ore 17-19, lez. n. 12
Giulia Ricci         Salvatore Visco     Roberto Greggi   Fernanda Bonaccorso      Francesco Nardone     Maria Angela Giorgi   Carlo Lucarelli   Giuseppe Camilloni     Roman Kushnir